Il PRA Lab nella stampa italiana

Leggi anche gli articoli della stampa internazionale

5/11/2013 - La Nuova Sardegna
CAGLIARI. Una nuova tecnologia impedisce di usare un’impronta digitale finta, ad esempio di plastica, per frodare i sistemi di riconoscimento delle impronte digitali: il sistema è stato messo a punto da un gruppo dell’università di Cagliari nell’ambito di un progetto europeo sui sistemi di sicurezza biometrici.

3/11/2013 - Paolo Pogliani - elettronews.com
Il consorzio Tabula Rasa a cui partecipa anche l’Università di Cagliari, grazie agli investimenti UE in ricerca e innovazione, si è impegnato a studiare l’efficacia di nuovi software di riconoscimento facciale, vocale e digitale.

4/11/2013 - almalaurea.it
L'Università di Cagliari ha partecipato al progetto europeo Tabula Rasa con un laboratorio finalizzato alla protezione dei sistemi biometrici di smartphone e tablet. Lo "spoofing" è l'impiego di pratiche di uso quotidiano, quali trucco cosmetico, fotografia, finte impronte digitali e registrazione della voce, al fine di compromettere o sabotare il funzionamento dei sistemi biometrici di smartphone e tablet.

31/10/2013 - (s.a.) - La Nuova Sardegna
L’università di Cagliari partecipa a un progetto europeo anti-spoofing. Nel consorzio “Tabula rasa” anche l’equipe del professor Fabio Roli. Dai film di fantascienza ai nuovi smartphone: i sistemi di sicurezza biometrici – l’ultimo esempio è l’impronta digitale per i telefonini – sono già qui. La tecnologia che va avanti.

27/10/2013 - Luca Tremolada - nòva n.245, Il sole 24 ore
Lo "spoofing" è l’impiego di pratiche di uso quotidiano, quali trucco cosmetico, fotografia e registrazione della voce, al fine di compromettere o sabotare il funzionamento dei sistemi biometrici.

30/10/2013 - Carmelia Ciriello - su ingnegneri.info e su tecnici.it
Finanziata dal'Ue, vi partecipano 12 organizzazioni di 7 Paesi diversi, fra cui l'Universita' di Cagliari. Negli ultimi anni, i software di sicurezza di riconoscimento facciale, vocale e digitale, si sono diffusi sui vari dispositivi, di uso ormai quotidiano, come smartphone e tablet.

23/10/2013 - www2.provincia.campobasso.it
Negli ultimi anni, abbiamo visto i software di riconoscimento facciale, vocale e digitale uscire dai film di fantascienza per materializzarsi in dispositivi reali e accessibili come smartphone e tablet.

26/10/2013 - Maria Letizia Fabbri - www.pionero.it
La fantascienza è vicina… Dal dispositivo da polso che indossava il capitano Kirk (i.e. Galaxy Gear) alla capacità di sentire le perturbazioni nella forza di Luke Skywalker, i film della nostra infanzia stanno diventando realtà.

23/10/2013 - automazione-plus.it
Negli ultimi anni, i software di riconoscimento facciale, vocale e digitale sono usciti dai film di fantascienza per materializzarsi in dispositivi reali e accessibili come smartphone e tablet.

22/10/2013 - Patrizia Licata - www.corrierecomunicazioni.it
Una nuova generazione di soluzioni di sicurezza allo studio del progetto finanziato dalla Ue. L'Università di Cagliari tra i partecipanti. Avviato il trasferimento dei risultati alle imprese.

22/10/2013 - www.key4biz.it
Il consorzio che vede la partecipazione dell’Università di Cagliari ha messo a punto soluzioni per proteggere smartphone e tablet da attacchi alle soluzioni di sicurezza biometrica.

22/10/2013 - europa.eu
Tra i partner l'Università di Cagliari. Negli ultimi anni, abbiamo visto i software di riconoscimento facciale, vocale e digitale uscire dai film di fantascienza per materializzarsi in dispositivi reali e accessibili come smartphone e tablet.

Pages