Notizie

 

Novità in ingresso tra i collaboratori del PRA Lab

10 nuove giovani menti a disposizione dell'Università di Cagliari: Marco Aresu, Matteo Contini, Zeinab Khorshidpour, Marco Melis, Luigi Meloni, Cristian Milia, Michele Mura, Marco Pinna, Enrica Santucci, Huang Xiao.

Sono elencati sinteticamente gli interessi di ricerca al passaggio del mouse sopra le figure

 

 

Il prof. Roli illustra il progetto europeo ILLbuster alla Hannover Conference on Video Image and Analysis in the fight against child sexual abuse

Durante la Hannover Conference on Video Image and Analysis in the fight against child sexual abuse, tenutasi il 16-17 Settembre 2014 presso il Maritim Airport Hotel ad Hannover, il prof. Roli, invited speaker, ha illustrato il contributo del progetto ILLBuster alla lotta contro gli abusi sessuali su minori, perpetuati attraverso strumenti informatici.

Sono disponibili alcuni documenti dell'evento:

 

 

Battista Biggio invited speaker ad AISec 2014

Battista Biggio sarà invited speaker alla settima edizioni del 2014 ACM Workshop on Artificial Intelligence and Security (AISec 2014), Arizona (USA) 7 Novembre 2014.
Durante il workshop proporrà un intervento dal titolo: "On Learning and Recognition of Secure Patterns".
 
Dall'abstract della lecture: Learning and recognition of secure patterns is a well-known problem in nature. Mimicry and camouflage are widely-spread techniques in the arms race between predators and preys. All of the information acquired by our senses is therefore not necessarily secure or reliable. In machine learning and pattern recognition systems, we have started investigating these issues only recently, with the goal of learning to discriminate between secure and hostile patterns. This phenomenon has been especially observed in the context of adversarial settings like biometric recognition, malware detection and spam filtering, in which data can be adversely manipulated by humans to undermine the outcomes of an automatic analysis. As current pattern recognition methods are not natively designed to deal with the intrinsic, adversarial nature of these problems, they exhibit specific vulnerabilities that an adversary may exploit either to mislead learning or to avoid detection. Identifying these vulnerabilities and analyzing the impact of the corresponding attacks on pattern classifiers is one of the main open issues in the novel research field of adversarial machine learning.

In the first part of this talk, I introduce a general framework that encompasses and unifies previous work in the field, allowing one to systematically evaluate classifier security against different, potential attacks. As an example of application of this framework, in the second part of the talk, I discuss evasion attacks, where malicious samples are manipulated at test time to avoid detection. I then show how carefully-designed poisoning attacks can mislead learning of support vector machines by manipulating a small fraction of their training data, and how to poison adaptive biometric verification systems to compromise the biometric templates (face images) of the enrolled clients. Finally, I briefly discuss our ongoing work on attacks against clustering algorithms, and sketch some possible future research directions.

 

 

 

"2014 Premium Award for Best Paper in IET Biometrics" per B. Biggio, Z. Akhtar, G. Fumera, G.L. Marcialis, F. Roli.

La pubblicazione "Security evaluation of biometric authentication systems under real spoofing attacks” Volume 1, issue 1, 2012, p. 11 – 24, di Battista Biggio, Zahid Akhtar, Giorgio Fumera, Gian Luca Marcialis, Fabio Roli si è aggiudicata il 2014 Premium Award for Best Paper in IET Biometrics. Il premio viene assegnato al miglior paper pubblicato tra il 1 Gennaio 2012 e il 31 Dicembre 2013.
La pubblicazione è disponibile in questa pagina.

 

 

"Best Paper Award" per Luca Piras e Giorgio Giacinto a MDLM 2014

La pubblicazione "Open issues on codebook generation in image classification tasks”, di Luca Piras e Giorgio Giacinto, si è aggiudicata il Best Paper Award assegnato durante conferenza MLDM 2014 (10th International Conference on Machine Learning and Data Mining MLDM 2014, Luglio 21-24, 2014, St. Petersburg, Russia).

La pubblicazione è disponibile in questa pagina.

 

 

Il progetto europeo CyberROAD su Rai 3.

La rete nazionale Rai 3 e diversi quotidiani regionali si sono occupati del kick-off meeting del progetto CyberROAD.
 

 

 

Due talk su "Riconoscimento di stelle pulsar" e "Segnale elettroencefalografico come caratteristica di riconoscimento personale".

La divisione Biometria del PRA Lab sta organizzando due talk (60 minuti ciascuna) che si terranno il giorno 15 luglio, Aula Mocci, DIEE.

  • Ore 15:00 dott. Dott. Alessandro Corongiu, Osservatorio Astronomico di Cagliari : Analisi di pattern dallo Spazio Profondo (“Deep Space”) per la localizzazione ed il riconoscimento di stelle pulsar (individuazione e discriminazione di stelle pulsar da altri fenomeni che spesso inducono a false identificazioni).
  • Ore 17:00 dott. Fraschini: Esperimenti e validazione del segnale elettroencefalografico quale caratteristica di riconoscimento personale. Il segnale elettroencefalografico (EEG) si presta a svariati utilizzi fra i quali la diagnostica di patologie ma ultimamente è stato anche proposto come segnale di riconoscimento personale.

Per approfondimenti contattare il prof. Gian Luca Marcialis

 

 

Intervento del Magg. del RIS Pietro Coli durante il Seminario di Tecnologie biometriche per la sicurezza informatica, 1 Luglio 2014.

L'edizione 2014 del Seminario di Tecnologie biometriche per la sicurezza informatica ospiterà una talk dal titolo "Biometria forense: scienza e tecnologia" (Aula Mocci, ore 15:00, 1 Luglio 2014), tenuta da Pietro Coli - Ingegnere Elettronico  e Ufficiale del Ruolo Tecnico Logistico dell’Arma dei Carabinieri, dal 2008 Comandante della Sezione Impronte Balistica e Grafica del Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Cagliari. Il Magg. Coli si occupa della direzione di indagini tecniche nel settore della dattiloscopia, della balistica, della grafica e della videofotografia forense. A livello internazionale è referente per l’Arma dei Carabinieri nell’ENFSI-DIWG (gruppo di lavoro delle immagini digitali ) e nell’ENFSI-EWGM (gruppo di lavoro delle impronte di calzatura e strumenti di effrazione).

Abstract dell'intervento:
Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un impiego intensivo delle conoscenze scientifiche e tecnologiche nell’ambito di procedimenti penali e civili. Perché si parla in questi casi di “scienze forensi”? Esiste una differenza con le scienze tradizionali ? Inquadrare l’attività scientifica nell’iter procedurale è il primo passo per una corretta interpretazione del dato scientifico nell’ambito di un’indagine. Tra i settori delle scienze forensi, quelli rivolti allo studio delle caratteristiche individuali della persona vengono inquadrati con il termine generico di “biometria forense”. Come ben noto, impronte digitali, tracce biologiche, volti ripresi da telecamere di sorveglianza o manoscritture lasciate su lettere anonime possono rivelarsi tasselli fondamentali per la risoluzione di casi giudiziari, ma come si articola realmente l’attività di uno “scienziato forense” ?
 

 

 

Kick-off meeting del progetto europeo CyberROAD: 24-25 Giugno 2014.

CyberROAD (Development of the Cybercrime and Cyber-terrorism Research Roadmap) è un progetto finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del Settimo Programma quadro. Il progetto prevede la creazione dell'agenda di ricerca sul Cybercrime e sul Cyber-Terrorism. A partire da un'analisi dettagliata del quadro tecnologico, politico, sociale ed economico su cui Cybercrime e Cyber-terrorism affondano le proprie radici, si fornirà una prospettiva sugli sviluppi futuri, identificando le principali lacune e le derivanti priorità per l'attività di ricerca in questi ambiti.

A partire dal 24/25 Giugno, date del Kick-off meeting ufficiale che si terrà a Cagliari, e per i prossimi due anni, il PRA Lab coordinerà un team di 20 partners internazionali, coinvolti da sempre nella lotta al cyber crime. Il consorzio include università, aziende, istituti pubblici, pubbliche amministrazioni e forze dell’ordine: Technische Universitaet Darmstadt, Indra Sistemas S.A., Poste Italiane SPA, Security Matters BV, Vitrociset spa, Foundation for Research and Technology Hellas, Inov Inesc Inovacao - Instituto De Novas Tecnologias, National Center For Scientific Research "Demokritos", SBA Research, PROPRS Ltd., Naukowa I Akademicka Siec Komputerowa, Ministério da Justiça, Cefriel, Scuola Universitaria Professionale Della Svizzera Italiana, Centre For Science Society And Citizenship, Cyberdefcon, Royal Holloway and Bedford New College, Ministry Of National Defence - Greece, McAfee S.A.S., Melani.

 

 

Al via il progetto GAmI - Game devices and AMbient Intelligence.

Il 26 Giugno si terrà il primo meeting ufficiale del progetto regionale GAmI; all'incontro parteciperanno il Pra Lab, promotore e coordinatore del progetto, e le aziende partner che beneficeranno del progetto finanziato da Sardegna Ricerche nell'ambito del programma per le azioni cluster (POR Sardegna FESR 2007/2013).

Il progetto, di cui è responsabile scientifico il prof. Fabio Roli, ha l’obiettivo generale di favorire l'interazione tra imprese operanti nel settore ICT (in qualità di potenziali produttori di beni/servizi) ed imprese operanti in settori collaterali (i potenziali fruitori) con lo scopo di far acquisire consapevolezza e competenze sulle potenzialità offerte dai game devices disponibili e dalle librerie che permettono di utilizzarli come “componentistica avanzata” per lo sviluppo di beni/servizi. GAmI metterà un accento particolare sulle potenzialità offerte dal Machine Learning e dalla Computer Vision per la creazione di modelli di interazione innovativi sfruttando le potenzialità offerte da questi sistemi.

 

 

Offerte di tesi (riconoscimento biometrico - riconoscimento di stelle pulsar)

Sono disponibili tesi sulla tematica del riconoscimento biometrico ed in particolare:

 

Tesi triennali (Ing. Elettrica ed Elettronica/Biomedica):

  • Metodi e algoritmi per l’analisi ed il match di retinografie per il riconoscimento e tracciamento umano ed animale (In collaborazione con l’Università degli Studi di Sassari, Prof. Walter Pinna, Dipartimento di Agraria). In questo lavoro, il candidato dovrà analizzare ed estrarre le caratteristiche di immagini retinografiche che consentano di verificare l’identità del soggetto. Verranno studiate sia retinografie umane che animali. Quest’ultimo aspetto è orientato allo sviluppo di metodi e modelli per il tracciamento animale in sostituzione dei metodi utilizzati allo stato dell’arte (basati su marche auricolari o boli endoruminali).
  • Analisi di pattern dallo Spazio Profondo (“Deep Space”) per la localizzazione ed il riconoscimento di stelle pulsar (In collaborazione con l’Osservatorio Astronomico di Cagliari, Dott. Alessandro Corongiu). Il candidato dovrà utilizzare il largo patrimonio di immagini da “deep space” messo a disposizione dall’OAC per estrarre caratteristiche orientate all’identificazione e discriminazione di stelle pulsar da altri fenomeni che spesso inducono a false identificazioni.
  • Esperimenti e validazione del segnale elettroencefalografico quale caratteristica di riconoscimento personale. Il segnale elettroencefalografico (EEG) si presta a svariati utilizzi fra i quali la diagnostica di patologie ma ultimamente è stato anche proposto come segnale di riconoscimento personale. In questa tesi il candidato dovrà innanzi tutto catturare il segnale elettroencefalografico da un opportuno set di volontari utilizzando la strumentazione resa disponibile dallo staff. Dovrà poi implementare e confrontare diversi approcci allo stato dell’arte sulla identificazione del segnale elettroencefalografico per il riconoscimento personale.

 

Tesi magistrali (Ing. Elettronica):

  • Metodi ed algoritmi per il riconoscimento di falsificazione di impronte digitali – questioni fondamentali. Scopo di questa tesi è compiere un’analisi critica sulla reale efficacia di metodi di riconoscimento di falsi da impronte digitali,  illustrare e risolvere in modo rigoroso importanti problemi aperti, legati ai materiali usati per la falsificazione, i sensori di acquisizione e gli utenti coinvolti nella falsificazione.
  • Integrazione avanzata di sistemi di riconoscimento personale basati su impronte digitali ed sistemi di protezione da attacchi dovuti a falsificazioni. In questa tesi il candidato dovrà fornire un’analisi delle condizioni che consentano il funzionamento “ottimale” delle architetture allo stato dell’arte. Un problema aperto allo stato attuale è infatti che, a fronte di molte potenziali soluzioni per l’integrazione di sistemi di riconoscimento e sistemi di antifalsificazione, non è chiaro in quali condizioni una soluzione possa essere preferita all’altra, con conseguenti gravi difficoltà nel progetto efficace di tali sistemi.
  • Studio ed analisi dell’unicità delle impronte digitali (in collaborazione con il Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Cagliari). Allo stato dell’arte sono stati sviluppati diversi modelli statistici e probabilistici per lo studio dell’unicità delle impronte digitali, ma non è ancora chiaro quale sia la reale capacità di identificare due impronte quando si ha a disposizione solo una porzione delle stesse. In questa tesi, il candidato svolgerà un’analisi di robustezza su ampia base campionaria, e farà il punto sugli attuali modelli di unicità valutandone la capacità di riprodurre scenari realistici.

 

Per ulteriori dettagli contattare il Dott. Gian Luca Marcialis.

 

 

Visiting professors: William A. Gruver a Cagliari dal 9 al 12 Giugno 2014.

Dal 9 al 12 Giugno 2014 il prof. William A.Gruver visiterà l'Università di Cagliari. William A.Gruver è attualmente direttore dell'iDEA Lab - Intelligent & Distributed Enterprise Automation Laboratory  - alla School of Engineering Science, Università Simon Fraser, Canada. E' inoltre presidente della Intelligent Robotics Corporation, North Vancouver, Canada. I suoi interessi di ricerca sono rivolti ai seguenti topic: distributed intelligent systems, multi-agent and holonic systems, wireless peer-to-peer networking, intelligent control, robotics, vision and sensing. Applications to manufacturing automation, robotic systems, RFID and sensor networks, distributed energy resources. Il prof. Gruver, terrà i seguenti seminari:

  • Distributed Intelligent Systems: A Paradigm Shift. Aula Mocci, martedì 10 Giugno, ore 15:00
  • Data analysis for financial markets. Aula Mocci, mercoledì 11 Giugno, ore 15:00

 

 

Summer School "Building Trust in the Information Age", terza edizione.

Summer School Building trust in the information age

Dal 16 al 19 Settembre 2014 si terrà la terza edizione della scuola sulla sicurezza informatica e sulla Privacy nell'era digitale. Dopo il successo della prime due edizioni, prenderanno parte a questo evento (riportato anche dalle tv regionali) relatori di grande esperienza internazionale e ricercatori appartenenti a importanti strutture internazionali: Marco Balduzzi (Trend Micro Research), Konrad Rieck (University of Göttingen, Germania), Stefano Zanero (Politecnico di Milano, Italia), Marco Morana (OWASP London chapter, Londra, Regno Unito), Srdjan Capkun (ETH Zurich, Svizzera), Matteo E. Bonfanti (Sant'Anna School of Advanced Studies, Pisa, Italia), Karen Renaud (University of Glasgow, Regno Unito). Iscrizioni, programma e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito della scuola.
 

 

 

Seminario di Tecnologie biometriche per la sicurezza informatica, Giugno 2014, registrazioni aperte.

Sono aperte le iscrizioni per l'edizione 2014 del Seminario di Tecnologie biometriche per la sicurezza informatica, tenuto dal Prof. Gian Luca Marcialis.

Tutte le lezioni si svolgeranno presso l'aula Mocci, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, tra il 23 Giugno e il 7 Luglio 2014. 

Il seminario si propone di fornire allo studente una panoramica introduttiva alle tecnologie biometriche per il riconoscimento personale, illustrando i principali algoritmi per l’estrazione di “feature” ed il calcolo di un “punteggio” di similarità tra biometrie di soggetti differenti. Vengono poi dati cenni sulla biometria multimodale.

Ore: 24. Crediti: 1 (tesina) - 2 (test finale).

 

 

Offerta di tesi in ambito Computer Vision.

Sono disponibili delle tesi di laurea in ambito Computer Vision per la realizzazione di un sistema di tipo client-server che usi i sistemi mobili per:

  • L’elaborazione semi-automatica di immagini:
  • Localizzazione e riconoscimento dei caratteri
  • Riconoscimento di logo

I candidati ideali dovranno possedere capacità di programmazione su sistemi operativi mobili (Android e/o iOS).

Sono altresì gradite competenze su Pattern Recognition e/o elaborazione di immagini e programmazione in linguaggio C/C++ e/o Matlab.

Per informazioni rivolgersi a Luca Piras - luca.piras@diee.unica.it

 

 

Evento Intelligence Live, intervento del prof Roli e rassegna stampa.

E' possibile ascoltare l'intervento (Slides correlate) tenuto dal prof. Roli durante il convegno “La ricerca sulla cyber intelligence: al servizio della sicurezza del paese e dei cittadini” (Cagliari, 15 Maggio 2014, Aula Magna “Maria Lai”), al quale è intervenuto anche il sen. Marco Minniti, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega ai servizi segreti e autorità delegata per la sicurezza della Repubblica.

L'Unione Sarda, La Nuova Sardegna e l'ufficio stampa d'Ateneo si sono occupati dell'evento.

 

 

Giorgio Giacinto lecturer alla "Technische Hochschule Nürnberg Georg Simon Ohm".

Dal 19 al 23 Maggio il prof. Giorgio Giacinto sarà ospite a Norimberga presso la "Technische Hochschule Nürnberg Georg Simon Ohm", e terrà una serie di lezioni dedicate alla sicurezza informatica.

Approfondimenti sul sito dell'istituto.

 

 

Intelligence Live: giovedì 15 Maggio 2014.

Giovedì 15 Maggio presso l' Aula Magna “Maria Lai” - Via Nicolodi, 102 - Cagliari (ore 15.30 - 17.30) si terrà l'evento Intelligence Live" - La ricerca sulla Cyber Intelligence al servizio della sicurezza del paese e dei cittadini.

Per partecipare all'evento è necessario manifestare la propria adesione tramite il modulo di registrazione disponibile al seguente indirizzo: http://convegni.unica.it/intelligencelive/registrazione/

Locandina dell'evento scaricabile.

Un compito nuovo, affidato alla Scuola di formazione del Sistema di informazione, che si traduce nell’apertura di un vero e proprio dialogo con la società civile, all’interno della quale università e centri di ricerca rappresentano una componente fondamentale per il miglioramento della capacità di proiezione strategica dell’intelligence e sono quindi un interlocutore primario con il quale sviluppare collaborazioni in grado di mobilitare i saperi del Paese a favore della sua sicurezza e del suo benessere.

Interventi:

  • Prof. Ing. Fabio Roli. La ricerca sulla cyber intelligence al servizio della sicurezza del paese e dei cittadini.
  • Sen. Marco Minniti. Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica.
  • Dr. Bruno Valensise. Direttore della Scuola di formazione del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica.
  • Dr. Paolo Scotto di Castelbianco. Responsabile della comunicazione istituzionale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza.

 

 

Mauro Marongiu tra i vincitori del premio tesi Clusit.

Con la tesi "Studio e sviluppo di un sistema per la rilevazione di Malware Javascript", Mauro Marongiu si è aggiudicato il quarto posto nel prestigioso premio "Innovare la sicurezza delle Informazioni" assegnato dal Clusit - Associazione italiana per la sicurezza informatica - alle tesi universitarie più innovative in materia di sicurezza informatica. In basso la foto della premiazione. Da sinistra: Mauro Marongiu; Gigi Tagliapietra, presidente del CLUSIT; Annamaria Silvino, azienda bsi, sponsor del premio.

 

 

Giorgio Giacinto presenterà CyberRoad alla conferenza eCrime Sync-Up.

APWG.EU quest’anno organizza il meeting annuale “eCrime Sync-Up” presso la scuola NATO di Oberammergau, in Germania (1, 2 e 3 aprile) con lo scopo di definire un’agenda comune per creare una risposta globale al fenomeno del cybercrime. L’evento di Oberammergau rappresenta anche l’incontro inaugurale del capitolo europeo dell’associazione anti-cybercrime APWG (organizzazione no-profit fondata nel 2003 negli USA, come “Anti-Phishing Working Group”), ed il primo capitolo del continente europeo per l’APWG.

eCR Sync-up 2014

Il giorno martedì 1 Aprile, durante questa conferenza Giorgio Giacinto presenterà il progetto europeo CyberRoad.

 

 

Copertura mediatica: mese di marzo 2014.

Diverse testate giornalistiche nazionali si sono occupate dei progetti del PRA Lab nel mese di Marzo. Di seguito sono riportati alcuni degli articoli che trattano delle attività del laboratorio:

 

 

Acquisizione impronte digitali: LivDet 2015 cerca volontari.

LivDet (Fingerprint Liveness Detection competition) è una competizione internazionale, giunta alla sua quarta edizione, organizzata dal PRA Lab in collaborazione con la Clarkson University, che mira a testare algoritmi per il riconoscimento della vitalità delle impronte digitali all'interno di sistemi di riconoscimento biometrico con lo scopo di contrastare l'autenticazione da repliche artificiali delle impronte digitali autorizzate.

La divisione Biometria del PRA Lab cerca volontari disposti a "donare" le proprie impronte digitali alla ricerca. Scopo del campionamento è la realizzazione di un dataset di impronte che verrà utilizzato solo ed esclusivamente per testare le soluzioni progettate per sopperire a eventuali attacchi di spoofing all'interno del fingerprint recognition.

I volontari interessati al campionamento possono manifestare la propria adesione attraverso i moduli predisposti nella pagina web dedicata a LivDet 2015.

 

 

Pra Lab su Euronews tv: biometria sotto i riflettori.

Behind the mask of biometric security: è questo il titolo del servizio che euronews ha realizzato intervistando i partner del progetto europeo TABULA RASA. Disponibile in altre 12 lingue: Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Portoghese, Russo, Arabo, Turco, Persiano, Ucraino, GrecoUngherese.
 

 
 

 

 

Il progetto europeo ILLBuster su Rai 3.

Dopo il quotidiano nazionale Repubblica e il quotidiano regionale L'Unione sarda, anche la rete nazionale Rai 3 si è occupata del kick-off meeting del progetto ILLBuster.
 

 

 

 

Al via il progetto sTATA - secure Technologies Against Targeted-Attacks.

Il 21 Febbraio si terrà il primo meeting ufficiale del progetto regionale sTATA; all'incontro parteciperanno il Pra Lab, promotore e coordinatore del progetto, e le aziende partner che beneficeranno del progetto finanziato da Sardegna Ricerche nell'ambito del programma per le azioni cluster (POR Sardegna FESR 2007/2013).

Il progetto, di cui è responsabile scientifico il prof. Giorgio Giacinto, ha l’obiettivo generale di creare, sul territorio regionale, un distretto con competenze specifiche e avanzate nell’ambito della sicurezza informatica, all’interno del quale possano svilupparsi idee, soluzioni, e prodotti innovativi in risposta ai rischi di attacco informatico ai quali cittadini e aziende sono oggigiorno esposti.

sTATA vuole “orientare” le aziende coinvolte verso un approccio alla sicurezza, nei prodotti e nei processi, con la convinzione che questo possa da un lato garantire alle aziende degli importanti risparmi, e dall’altro possa aprire delle importanti prospettive di mercato. Per beneficiare dei servizi del progetto cluster è possibile contattare il prof. Giorgio Giacinto e il dott. ing. Davide Ariu.

 

 

Kick-off meeting del progetto europeo ILLBuster: 18-19 Febbraio 2014.

ILLBuster (Illegal activities Buster) è un progetto finanziato dalla Commissione Europea (DG-HOME) , all'interno del programma "Prevention of and Fight Against Crime" (Prevenzione e lotta al crimine).

Il progetto, che partirà ufficialmente il 18 Febbraio, durerà 24 mesi e sarà guidato dall’Università di Cagliari attraverso il suo laboratorio PRA Lab che coordinerà l’attività di altri 7 partner internazionali (università, aziende e forze dell’ordine):

L'obiettivo del progetto ILLBuster è quello di fornire un sistema integrato per il rilevamento automatico di attività illegali sulla rete internet. Il sistema, pensato per fornire alle forze dell'ordine uno strumento prezioso nelle loro attività di prevenzione e lotta contro il crimine informatico, sarà costituito da:

  • un motore principale responsabile della rilevazione di una lista nera di domini malevoli;
  • un set di periferiche/servizi che ispezioneranno le pagine web ospitate su domini maligni con lo scopo di individuare materiale illecito o pericoloso (pedopornografia, malware, phishing).

Il sistema risultante sarà in grado di identificare domini (e contenuti) maligni attraverso l'analisi del traffico DNS e segnalare URL sospetti alle forze dell'ordine, in modo che gli illeciti possano essere facilmente individuati.
Una caratteristica peculiare del sistema proposto è che esso sarà progettato tenendo presenti aspetti legali che ne regoleranno l'utilizzo e ne eviteranno gli abusi.

 


Attivate due borse di ricerca della durata di un anno. Scadenza candidature: 3 febbraio.

Sono disponibili i bandi per due borse di ricerca all'interno del progetto: "Le strutture Computazionali Quantistiche a servizio del Pattern Recognition: modellare l'incertezza".

Il progetto intende utilizzare il corpus di conoscenze proprie delle teorie computazionali quantistiche per affrontare in modo innovativo le problematiche dell’incertezza nel riconoscimento automatico in un quadro omogeneo e coerente. Il progetto si propone di esprimere e rappresentare i concetti base ed alcuni algoritmi del Pattern Recognition utilizzando le strutture formali proprie della computazione quantistica. Verrà data particolare attenzione alle applicazioni pratiche di riconoscimento biometrico. Descrizione del progetto di ricerca.

Titoli delle due borse di ricerca:

1) Studio e sviluppo di algoritmi di riconoscimento automatico basati sulla teoria dei classificatori multipli
2) Studio e sviluppo di algoritmi di riconoscimento automatico basati sul formalismo della computazione quantistica
 

Scadenza candidature: 3 febbraio 2014.

 

 

Blaine Nelson visiterà il PRA Lab come Distinguished Visiting Scholar.

Dal 1 al 31 Marzo 2014, Blaine Nelson visiterà l'Università di Cagliari e proseguirà la sua collaborazione con il Pra Lab. Blaine Nelson è ricercatore alla University of Potsdam, Germania. E' stato inoltre ricercatore post-doc alla University of Tübingen (Germania) e ha ottenuto il suo dottorato di ricerca alla University of California, Berkeley. Il suo campo di studi si focalizza sugli algoritmi di apprendimento automatico in particolare nel contesto della sicurezza informatica.

 

 

Fabio Roli membro del c.d.a. della SMC Society

Fabio Roli è stato eletto membro del consiglio di amministrazione della SMC Society della IEEE per il triennio 2014-2016.

 

 

Seminario di sicurezza informatica, Febbraio 2014, registrazioni aperte.

Sono aperte le iscrizioni per l'edizione 2014 del Seminario di sicurezza informatica tenuto dal Prof. Giorgio Giacinto, e dai Dott. Davide Ariu e Igino Corona. La registrazione non garantisce la possibilità di partecipare al seminario.

Tutte le lezioni si svolgeranno presso il "Laboratorio Software", al secondo piano del padiglione Aule di via Is Maglias, tra il 6 e il 14 Febbraio. Il 28 Febbraio si terrà la prova finale.

Il Seminario presenta i concetti base della Sicurezza Informatica, illustrando le principali problematiche a livello di Rete, di Sistema Operativo e di Applicazione. Oltre che fornire le basi teoriche, il corso prevede numerose esercitazioni pratiche nel corso delle quali i partecipanti avranno modo modo di familiarizzare con numerosi strumenti che sono frequentemente utilizzati in quest'ambito.

Ore: 32. Crediti: 2 (Studenti corsi di Laurea/Laurea Magistrale) - 4 (Studenti Scuola di Dottorato).

 

Pages